• Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Notice
  • -Informativa breve sui cookie ai sensi degli artt. 13 e 122 del D. Lgs. 196/2003 e in base a quanto previsto dal Provvedimento generale del Garante privacy dell’8 maggio 2014-

    Utilizziamo cookie tecnici o assimilati ed eventualmente cookie di profilazione di terze parti per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Se vuoi saperne di più, per negare il consenso ai cookie o cancellarli, clicca su "Informativa sui cookie". Per eliminare questo messaggio, clicca sul pulsante 'Ho capito'.

    Informativa sui cookie

L'allievo Alessandro Bagnato vincitore al Concorso "Soundtrack 2014"

Stampa

 

Alessandro Bagnato

 

Il nostro allievo di Composizione Alessandro Bagnato si è aggiudicato il Premio Speciale Teatri Meridiani per la "Colonna sonora on Web", che gli è stato consegnato il 19 settembre scorso durante la premiazione del Concorso di composizione "Soundtrack 2014" per la musicalizzazione del cortometraggio “Il pozzo dei desideri” (regia di Salvatore Metastasi), presso il Teatro Gambaro di San Fili (CS), organizzato dalla Residenza Teatrale “Teatri Meridiani” in collaborazione con FileinSonus, Naif Film e Sound Factory. Obiettivo dell'iniziativa è la sperimentazione di linguaggi nuovi attraverso la colonna sonora, "non solo musica per immagini, ma la possibilità di avere un prodotto completo che possa rispondere alle richieste produttive e distributive del mercato". Molti i partecipanti di questa prima edizione, provenienti da tutta Italia.

 

Ricordo di Domenico Romeo Morisani

Stampa

 

Romeo Morisani ritratto da Marcelo RizzoNato nel 1900 a Gravina in Puglia da una antica e distinta famiglia calabrese, il basso Domenico Romeo Morisani manifestò fin da giovanissimo particolare predisposizione alla musica. Di un suo illustre antenato reggino, il Cantore Mons. Giuseppe Morisani (1720 - 1777), l’Arcivescovo Antonio Maria De Lorenzo, storico e archeologo, ebbe a scrivere: «Fu un grande reggino il Morisani, anzi, il più grande dei tempi moderni.... Autore del De Primicereis et Cantoribus corumque in Ecclesia scolis diatriba, nel suo fondamentale testo sottolinea l'importanza della musica come componente essenziale del servizio liturgico». Questo legame fatto di amore per la musica unisce a distanza di duecento anni il sapiente Cantore ed il grande Basso lirico.
Quasi quarant’anni di vita artistica di Morisani sui più prestigiosi palcoscenici lo vedono passare dal teatro Carlo Felice di Genova nel 1925 a Caracas nel 1927, all'Avana nel 1929, al Cairo nel 1932. E poi al Maggio Musicale Fiorentino, all'Arena di Verona, alla Scala di Milano, al Verdi di Trieste, a Lima, Parigi, al Petruzzelli di Bari, al San Carlo di Napoli, all'Opera di Montecarlo, a Bogotà, Bilbao, Rio de Janeiro, al Regio di Parma, alla Fenice di Venezia, al Massimo di Palermo, al Cilea di Reggio Calabria, dove nel 1951 cantò in Aida con Maria Callas; una lunga, appassionante carriera ricca di applausi e successi. In America Latina, a soli 27 anni, venne insignito del titolo di Caballero per i suoi alti meriti artistici. Prese parte, tra l'altro, alla prima assoluta dell'opera Orseolo di Ildebrando Pizzetti, nel 1935 al Comunale di Firenze, con Lamberto Bergamini e Giulietta Simionato, direttore Tullio Serafin.
Nel 2005, 25° Anniversario della scomparsa, il nostro Conservatorio lo celebrava con un Convegno che tratteggiò la figura dell'uomo e dell'artista, la cui la relazione centrale fu svolta dal dott. Oreste Arconte, drammaturgo, poeta e giornalista reggino.

Leggi tutto...
 


Pagina 12 di 25
Italian English French Lithuanian Slovenian